Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più  vai alla sezione Cookie Policy

 

Siena

Siena è una delle città medievali meglio conservate della Toscana con il suo Duomo, fiore all'occhiello dell'arte gotica e la piazza del Campo, tra le più suggestive al mondo. Una passeggiata tra le vie e le contrade, alla scoperta della città del Palio.

 

Pienza e la Valdorcia

Pienza, la “città ideale”, fondata per volere di papa Pio II che le ha dato il nome. La Val d'Orcia con i suoi caratteristici borghi e gli scorci inconfondibili, frutto del connubio tra uomo e natura, patrimonio UNESCO dal 2004.

 

Montalcino la città del Brunello

Ultimo baluardo della Repubblica senese, Montalcino è oggi la città del vino per eccellenza con il Brunello, famoso in tutto il mondo.

 

 

Montepulciano e la terra degli Etruschi

Montepulciano “perla del Cinquecento”, terra di artisti, architetti e poeti, famosa anche per il vino Nobile. Le città etrusche, alle origini della nostra civiltà: Chiusi, Sarteano, Chianciano e Cetona.

 

San Gimignano e il Chianti

San Gimignano "la città delle belle torri", cantata nel Medioevo da Dante Alighieri è famosa oggi per la sua vernaccia e lo zafferano. Chianti, terra di confine celebre per i castelli e per il pregiato vino che ne porta il nome.

 

Passeggiate e paesaggi

Itinerari a piedi per scoprire panorami, piccoli borghi e strade bianche, di uno dei luoghi più incantevoli della Toscana. Si può camminare in Val d'Orcia tutte le stagioni dell’ anno cercando l'itinerario più adatto per difficoltà ed interesse.

 

 Montalcino la città del Brunello

 

La Repubblica di Siena in Montalcino

A.D. 1555, Siena perde la grande guerra contro Firenze. 400 famiglie di esuli si rifugiano a Montalcino e fondano “La Repubblica di Siena in Montalcino” che resisterà altri 4 anni prima della resa. Questo è solo l’ultimo atto delle vicende storiche che hanno fatto di Montalcino la città fortificata per eccellenza, “amplum et nobile oppidum” come la definiva papa Pio II. Percorrendo le vie della città, visiteremo le chiese e i monumenti più importanti, per rivivere la sua storia, fino ad entrare nella maestosa fortezza dalla quale si può ammirare il rigogioso paesaggio dei boschi di leccio che circondano Montalcino e le danno il nome.

 

MONTALCINO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


L’Abbazia di Sant’Antimo

A 9 km dal centro di Montalcino, adagiata sul fondovalle del torrente Starcia, l’abbazia è un gioiello di architettura medievale in stile romanico con richiami ai modelli francesi e lombardi. Secondo la leggenda Sant’Antimo è stata fondata da Carlo Magno in persona come ex voto per essere scampato con il suo esercito ad una pestilenza.

 

antimo

 

 

  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

Museo Civico e Diocesano

Per approfondire la conoscenza di Montalcino e del territorio anche dal profilo artistico, il museo Civico e Diocesiano è una tappa obbligata. Ubicato nei locali dell’ex convento di Sant’Agostino, proprio accanto alla chiesa, il museo offre una delle più importanti raccolte d’arte della provincia di Siena, conservando opere di arte medievale, moderna e reperti archeologici della città e dei dintorni.

 

museo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

...e poi il Brunello

Oltre che per le vicende storiche oggi Montalcino è famosa in tutto il mondo per il suo pregiato vino: il Brunello. Ricavato dal vitigno sangiovese in purezza, il Brunello prende il nome proprio dal suo colore scuro e può essere prodotto solo nel comune di Montalcino. Oltre al Brunello; possibile assaggiare gli altri vini del territorio durante una suggestiva visita guidata ad una cantina

 

vitigno