Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più  vai alla sezione Cookie Policy

 

Siena

Siena è una delle città medievali meglio conservate della Toscana con il suo Duomo, fiore all'occhiello dell'arte gotica e la piazza del Campo, tra le più suggestive al mondo. Una passeggiata tra le vie e le contrade, alla scoperta della città del Palio.

 

Pienza e la Valdorcia

Pienza, la “città ideale”, fondata per volere di papa Pio II che le ha dato il nome. La Val d'Orcia con i suoi caratteristici borghi e gli scorci inconfondibili, frutto del connubio tra uomo e natura, patrimonio UNESCO dal 2004.

 

Montalcino la città del Brunello

Ultimo baluardo della Repubblica senese, Montalcino è oggi la città del vino per eccellenza con il Brunello, famoso in tutto il mondo.

 

 

Montepulciano e la terra degli Etruschi

Montepulciano “perla del Cinquecento”, terra di artisti, architetti e poeti, famosa anche per il vino Nobile. Le città etrusche, alle origini della nostra civiltà: Chiusi, Sarteano, Chianciano e Cetona.

 

San Gimignano e il Chianti

San Gimignano "la città delle belle torri", cantata nel Medioevo da Dante Alighieri è famosa oggi per la sua vernaccia e lo zafferano. Chianti, terra di confine celebre per i castelli e per il pregiato vino che ne porta il nome.

 

Passeggiate e paesaggi

Itinerari a piedi per scoprire panorami, piccoli borghi e strade bianche, di uno dei luoghi più incantevoli della Toscana. Si può camminare in Val d'Orcia tutte le stagioni dell’ anno cercando l'itinerario più adatto per difficoltà ed interesse.

 

le nostre proposte per Pienza e la Val d'Orcia

 

C’era una volta Corsignano… poi Pienza

 

C’era una volta Corsignano, un piccolo borgo fortificato,qui nacque Enea Silvio Piccolomini. Il “Pio Enea”, divenuto Papa con il nome di Pio II, decise di trasformare Corsignano in Pienza, la “città ideale” del Rinascimento, affidandone il progetto di realizzazione all’architetto Rossellino.PIENZA

 Fulcro della città è la piazza attorno alla quale si dispongono la Cattedrale, il Palazzo Piccolomini, il Palazzo Comunale e il Palazzo Vescovile. Per l’alto valore monumentale e urbanistico, Pienza è stata inserita nella lista dei siti UNESCO dal 1996. L’itinerario di visita permetterà di conoscere l’eccezionalità costruttiva di questo luogo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

Sulle orme dei pellegrini: San Quirico d’Orcia e Bagno Vignoni

 

Di origini etrusche, San Quirico crebbe in relazione al passaggio e al consolidamento della Via Francigena, VIGNONIdivenendo una delle tappe descritte già nel 990 d.C. nel suo diario di viaggio dell’Arcivescovo Sigerico, di Canterbury. La visita si snoda sull’asse principale della Via Francigena lungo la quale si trovano i monumenti più importanti: la Collegiata, il Palazzo Chigi, gli Horti leonini e le chiese di San Francesco e Santa Maria Assunta. Il cammino prosegue in direzione del piccolo e affascinante borgo termale di Bagno Vignoni con la sua caratteristica “piazza d’acqua”.

 

 

 

 

 

 

 

 


Per borghi e castelli: Castiglione d’Orcia e Monticchiello

 

Situato sulla cima di una collina, in una splendida posizione panoramica, Castiglione d’Orcia è, come indica il suo nome, un antico castello dominato dalle imponenti rovine della Rocca aldobrandesca. Di fronte posta a baluardo e controllo della zona si erge la forte ed inespugnabile Rocca di Tentennano.

RoccaCastiglioni

Il borgo è caratterizzato da vie strette e ripide che conducono alla suggestiva Piazza Vecchietta. La visita prosegue verso la chiesa dei Santi Stefano e Degna che conserva una pregevole tavola di Pietro Lorenzetti. L’antico borgo medievale di Monticchiello conserva la cinta muraria e le torri che racchiudono l’abitato. Nel cuore del borgo si trova la chiesa medievale dei Santi Leonardo e Cristoforo. All’interno si conservano affreschi di scuola senese del Trecento e del Quattrocento. Il paese è celebre per il “teatro povero”, una rappresentazione teatrale che si svolge ogni anno, scritta e interpretata dagli stessi abitanti di Monticchiello.

 

 

 

 

 

 


La terra di Ghino di Tacco: Radicofani

 

Il paese si espande lungo un asse viario che sale parallelo al castello e che collega le due porte d’accesso. La struttura medievale è evidenziata dall’andamento scosceso, interrotto da corti, piazze e piazzette. radicofaniDa visitare le chiese di San Pietro e Sant’Agata con all'interno le terrecotte robbiane. Sovrasta il paese la possente Rocca di Ghino di Tacco, dalla quale si domina tutto il territorio posto fra il Monte Cetona, la Val d'Orcia e il Monte Amiata. Ai suoi piedi passava la Via Francigena che ha determinato la nascita e lo sviluppo di Radicofani, tappa obbligatoria per viandanti e pellegrini.